Gregorio Vanacore al PalaBridge
Gregorio Vanacore al PalaBridge

DOPO 7 ANNI AL DON BOSCO GREGORIO AD ALTOPASCIO

Aveva appena 11 anni quando decise di dire sì all’esperienza in uno dei migliori vivai d’Italia: il Don Bosco Livorno. Gregorio Vanacore (Play/Guardia - 2002 - 1,85) ha fatto tutta la trafila in giovanili di eccellenza, con annessi molti sacrifici da parte sua e della famiglia nel quotidiano viaggio Lucca-Livorno-Lucca. Senza contare le gare nei campionati nazionali, in giro per l'italico stivale. Sacrifici mitigati dalla consapevolezza di essere nel top giovanile del Granducato di Toscana. Nella stagione 2020/21 ai nastri di partenza Gregorio era stato inserito nei 12 della C Gold labronica, inserimento però concomitante con il suo ultimo anno di superiori e relativo esame di maturità. La scelta, saggia, é stata quella di avvicinarsi a casa per privilegiare lo studio rispetto allo sport. Siamo stati contattati e l'avvicinamento si é tinto di color rosablu. Sarà già a disposizione di coach Giuntoli stasera per allenarsi al PalaBox. Porterà fisicità, buona tecnica, intensità e freschezza sul perimetro. Doti che fanno sempre bene ai cuori cestistici ...


Luca Iozzelli
Luca Iozzelli

LA STORIA DEL CHIESINA BASKET IN ROSABLU

9 anni di percorso comune sono tanti. Nello sport, dove tutto viene amplificato all'ennesima potenza, sono tantissimi. Poi accade che le esigenze societarie e quelle dell'atleta prendano, seppur mantenendo quest'ultimo enormi affetto e rispetto per i colori indossati, strade diverse. Luca Iozzelli (Ala - 1988 - 1,85), dopo quasi due lustri al Chiesina Basket, approda in rosablu. Un contatto con coach Giuntoli, che lo ha allenato addirittura nel minibasket, un breve colloquio a voce: fatto. Collante modello "attack" nello spogliatoio, che nella bagarre si esalta e non si tira mai indietro se c'é da lottare. Luca é il classico uomo squadra che tutti i coach vorrebbero avere. "Sono molto contento di iniziare questa nuova avventura - afferma Luca - in rosablu. Dopo 9 anni a Chiesina ho deciso di rimettermi in gioco con nuovi stimoli, nonostante i miei anni. E' bastata una breve chiacchierata con coach Giuntoli e con il presidente, ed eccomi qua". Come canta De Gregori " ...la storia non passa la mano...".


Hector Jesus Salazar Creme
Hector Jesus Salazar Creme

LA "ESPERANZA CUBANA" IN ROSABLU

Lo si sapeva benissimo in via Marconi. Costruire una squadra da zero o quasi sarebbe stato un compito improbo. Ma pian piano, con pazienza, il puzzle sta prendendo forma. Hector Jesus Salazar Creme (Ala-1991-2,02) sarà del Bama, versione 2020/21. Santiago de Cuba, luogo di nascita di Hector, dista 8206 km da Altopascio, anche se tutti quei km per lui si sono azzerati nel 2012. Anno in cui debutta, per concessione del Pistoia Basket, in C Silver ad Agliana, poi serie D (Montale e Meloria Livorno). Ancora serie C al Liburnia Livorno, per spostarsi sul confine apuo/ligure: Carrara (sia Audax che Cmc) e Sarzana. A metà stagione successiva torna alla Liburnia in C gold, ormai virtualmente retrocessa. Il tutto condito, tanto per gradire, da una media di 15,8 punti a gara. Giocatore che ama giostrare, nonostante gli oltre 2 metri, più sul perimetro che in paint area,grazie alla sua mano sinistra iper-educata. Nell'estate 2019 si ferma  per dedicarsi anima e corpo, appunto, alla sua creatura: La Esperanza, il bel ristorante cubano, con musica dal vivo e ballo, da lui aperto e gestito ad Altopascio, in via Romana, dove ci siamo incontrati. I 4' scarsi della canzone in sottofondo (Perfidia: capolavoro di Alberto Domínguez), sono bastati per parlarci, capirci e poi brindare. Bienvenido a rosa azul Hector !!


Chiara Buonaguidi davanti il Palabridge
Chiara Buonaguidi davanti il Palabridge

01/09/2020 - CHIARA, PREPARATRICE ATLETICA ROSABLU AL 100%

Ci ha pensato a lungo perché non voleva accollarsi troppi impegni. Poi il richiamo del rosablu ha avuto la meglio. Chiara Buonaguidi, oltre a ricoprire il ruolo per il terzo anno di istruttrice minibasket (aquilotti e gazzelle), sarà la nuova preparatrice atletica della serie D. Laureata in scienze motorie a pieni voti, discutendo la tesi "Sviluppo delle capacità coordinative nei bambini tramite i giochi da cortile", affronterà questa esperienza con grande entusiasmo e indubbie capacità. E' stata a fianco, tra l'altro, di Francesco Mancini, ex preparatore altopascese, nel periodo pre-stagionale 2018/2019. Attaccamento ai colori, "altopascesità certificata", passione sfrenata per la palla a spicchi, determinazione spiccata. E ... last but not least ... marcata simpatia. Cosa possiamo chiedere di più dalla vita ?? Forse solo un ... famoso amaro ...


Lorenzo Bonari
Lorenzo Bonari

27/08/2020 - UN GRADITO RITORNO IN ROSABLU

Faceva già parte del roster di C Gold nella stagione 2018/19 e, dopo una parentesi in promozione a Porcari, ha deciso di tornare in rosablu. Lorenzo Bonari (Guardia/Ala - 1995 - 1,85) dopo la trafila nel minibasket, e in seguito nelle giovanili altopascesi con ottimi risultati, ha scelto di difendere ancora le sorti sportive del proprio paese dopo l'esperienza di due anni fa. Una guardia che fa della fisicità, dell'intensità, della difesa, dell'attaccare il ferro e della lotta al rimbalzo offensivo i suoi credo. A condire il tutto doti umane degne di nota: mai una parola o un gesto fuori posto, sempre pronto a far gruppo, ad incitare i compagni o a gettarsi nella mischia quando gli viene richiesto. Giocatori così nel contesto di squadra sono come un Koh-i-Noor, il diamante più prezioso al mondo. Per noi é ovviamente un grandissimo piacere inserire nel roster un atleta che ha iniziato ad indossare questi strani colori alla tenera età di 5 anni ... la quisquilia di venti anni fa !! 


Alessandro Falchi e Andrea Giuntoli
Alessandro Falchi e Andrea Giuntoli

26/08/2020 - SLIDING DOOR NELLA CASELLA ASSISTENTE 

Avvicendamento nel ruolo di assistente alla prima squadra, quest'anno come tutti sanno Serie D. Andrea Giuntoli, dopo anni in rosablu (gli ultimi 3 come vice in C Gold), ha deciso di fare un'esperienza lontano da via Marconi. Ricoprirà ancora il ruolo di assistente a Walter Angiolini (l'altr'anno head coach nella franchigia del Tau) al Cus Pisa, la cui domanda di ammissione in in C Silver é stata accettata. Guiderà inoltre la squadra Under 20. Al suo posto arriva in casa rosablu Alessandro Falchi. Alessandro é stato per anni un giocatore "underglass" di buon livello, tra serie D e C Silver, nel Granducato di Toscana. La stagione scorsa collaborava come vice-coach con Gianluca Giuntoli nel settore giovanile di Calcinaia. Il team altopascese dà il benvenuto ad Alessandro e formula un grande in bocca al lupo ad Andrea per la sua nuova avventura.


Leonardo Chiti al PalaBridge, casa rosablu.
Leonardo Chiti al PalaBridge, casa rosablu.

21/08/2020 - ANOTHER BRICK IN THE WALL ...

Un altro mattone nelle mura della "D house" rosablu che sta pian piano prendendo forma. Leonardo Chiti (Ala - 1999 - 1,98) farà parte del roster altopascese nel 2020/21. E' un "prodotto" del vivaio Sporting Club Montecatini. Dopo un under 18 alla Juve Pontedera debutta nel 2017, giovanissimo, in C Silver a Quarrata, per poi ritagliarsi un buon spazio al Costone Siena, sempre in C Silver, nella stagione successiva. Per lui 7 punti a match nel 2018-2019 con il team del Palio, con un high di 20 contro Pontedera. Conferma scontata nella "siguiente temporada" ma un brutto infortunio frena Leonardo. Intervento chirurgico perfettamente riuscito e trasferimento nel gennaio 2020 a Poggibonsi (serie D), dove disputa poche partite (high di 22) causa lockdown. E siamo ad agosto 2020: messaggio, chiamata, appuntamento, solito bar, solito tavolo, solito cocktail ... et voilà ... Leonardo vestirà il rosablu. Ala duttile che può giostrare sia nei paraggi del ferro che sul perimetro poiché la mano dalla media non é affatto male. Saranno ovviamente quei 420 mq a listoni in legno a parlare per lui. Noi ci contiamo. Senza indugio alcuno ci contiamo.


Matteo Lorenzi in azione
Matteo Lorenzi in azione

18/08/2020 - BAMA ... RITORNO AL FUTURO.

Prosegue, senza fretta, l'allestimento del roster del Bama, destinazione serie D. Aveva già indossato la casacca rosablu in C Gold per metà stagione 2017/18. Matteo Lorenzi (Guardia/Ala - 1985 - 1,92) torna a vestire di nuovo questi strani colori. 3 anni fa ebbe il grande merito di adattarsi a qualsivoglia situazione tattica, fino a diventare in alcuni matches un autentico fattore nel ruolo di 4. Nella foto, appunto, la sua stoppata decisiva su Scali, nei secondi finali, in una importantissima vittoria in chiave salvezza contro Empoli. Ha fatto parte di numerosi club del Granducato di Toscana: Liburnia Livorno, Empoli, San Miniato, Libertas Lucca e Carrara (sia sponda Audax che Cmc). E' in uscita da Calcinaia in serie D, quindi allenato e al contempo caldeggiato da coach Giuntoli per le sue doti sia cestistiche che umane. Doti peraltro già dimostrate ampiamente in via Marconi. Aveva qualche altro contatto ben avviato, collocato decisamente in secondo piano dopo un breve colloquio davanti ad un caffé. Che dire: orgoglio.


Simone Zerini al PalaBridge di Ponte Buggianese
Simone Zerini al PalaBridge di Ponte Buggianese

15/08/2020 - IL BAMA ALTOPASCIO RIPARTE DA ... ZERO

Estate bollente in casa rosablu. Nella calura ferragostana, in attesa di ufficializzare altri imminenti ingaggi, c'é la prima novità. Simone Zerini (Centro - 1990 - 2,00) formerà il duo underglass con Jeffrey Bini Enabulele. Le strade con "Zero" si incrociarono già nel lontano 2010: finale per il passaggio in C Nazionale. Il centro pratese militava nel Green Team Pistoia (doppio tesseramento dal Pistoia Basket). Tutti sappiamo come é andata. Dopo Simone ha giostrato nel sud Italia: Bernalda (Basilicata) in serie B, poi Paternò (Sicilia) e Termoli (Molise) in C1. Quindi avvicinamento a casa dove é diventato il capitano del Lella Basket in serie D per 5 stagioni. Esperienza, difesa e mano affidabile anche dall'arco sono gli ingredienti a disposizione di coach Giuntoli in area pitturata. "Una volta trasferitomi a Lucca per lavoro stavo per accasarmi in un'altra società, poi ho letto della vostra autoretrocessione in serie D. Non ho avuto il minimo dubbio ". Soave melodia per le nostre orecchie ...


Gianluca Giuntoli
Gianluca Giuntoli

05/08/2020 - IL COACH

Gianluca Giuntoli sarà il nuovo coach per la serie D. Era già stato in casa rosablu nel paleozoico. Nella stagione 2002/2003 condusse infatti l'allora serie C femminile alla conquista di una incredibile serie B, per poi salvarsi senza problemi nella stagione successiva. Ha quindi "trasbordato" nel settore maschile. Tra cui: 3 anni a Pescia tra C1 e C2 (più il giovanile), quindi 4 anni in serie D alla Libertas Lucca e, ultima esperienza, 5 anni consecutivi, sempre in serie D, a Calcinaia, dove ha fatto scoccare la scintilla creando un movimento e una passione importanti. Sul campo della cittadina pisana inoltre ha conquistato due volte la semifinale playoff. Era quello che cercavamo. Un coach esperto, preparato e profondo conoscitore della categoria. Gianluca collaborerà anche con Giacomo Novelli nel settore giovanile vista anche la sua notevole esperienza nel settore. Ad maiora Gianluca!!


Jeffrey Bini Enabulele
Jeffrey Bini Enabulele

05/08/2020 - THE YOUNG CAPTAIN

Nel web é difficile, se non impossibile, divulgare notizie con assoluta certezza. Beh,se non é certezza poco ci manca. Jeffrey Bini Enabulele (ala/centro-1999-1,96) é la prima conferma del Bama Altopascio. Sarà il capitano rosablu, se non é il più giovane nella storia delle minors (e non solo) sicuramente ci si avvicina moltissimo. Jeffrey se lo merita ampiamente. Ha iniziato dal minibasket, per proseguire nel giovanile, fino ad approdare  in C Gold tre stagioni orsono, assaporando tantissima panca. Ma non si é abbattuto. Ha lottato, ha lavorato, non ha mollato ed ha rifiutato di adagiarsi in altre realtà minori per avere più minutaggio (rinunciando anche ad un pugno di porchi euro). Ed i risultati non hanno tardato a venire. L'altr'anno in Gold 20,3 minuti, 5,3 punti e 6,25 rimbalzi a match, con un "high" di 12 punti e 10 rimbalzi contro Montevarchi. Quest'estate ha lavorato moltissimo per farsi trovare pronto. E sarà pronto. Prontissimo. 


COMUNICATO UFFICIALE

Altopascio, 03/08/2020 - Esistono scelte fatte con il cuore, altre fatte d’istinto, altre ancora con la ragione.

 

Sono ormai 10 anni che ogni estate ascolto solo cuore e istinto, mai e poi mai quello che la parte razionale mi consiglia di fare.

 

L’ho sempre fatto attingendo all’orgoglio di aver raggiunto traguardi inimmaginabili, alla passione per la palla a spicchi e, soprattutto, alla “mission” di far conoscere a tutti questo strano paese, tenendone alto il nome in un campionato difficile e prestigioso (C Nazionale, poi C Gold). Divenuto per la nostra realtà, ahimé, un lusso sempre meno accessibile.

 

Non dimenticherò mai le locandine affisse all’entrata del palasport di Cagliari, all’epoca della nostra prima trasferta in Sardegna (ottobre 2012): OLIMPIA CAGLIARI vs ALTO PASCIO (scritto staccato), e poi il giornalino pre-gara dove si parlava di noi come “i bianco-blu pistoiesi”.

 

Ne abbiamo fatta di strada. Ne siamo usciti sempre a testa alta affrontando difficoltà di ogni tipo. Alcune sono arcinote, da anni sotto gli occhi di tutti, altre le sappiamo solo noi. Roba pesante.

Ora é giunto il momento di lasciare sul comodino orgoglio e “mission”, indossando umiltà e pragmatismo.

 

Abbiamo inoltrato in Federazione la richiesta ufficiale di riposizionamento nel prossimo  campionato di serie D.

 

Ripartiamo da due gradini più in basso, da dove, con fatica, eravamo saliti negli anni. Ripartiamo ovviamente anche dal giovanile e dal minibasket.

Le gare interne della serie D saranno disputate ancora al Palasport di  Ponte Buggianese. Ormai é cosa risaputa:il Palabox di via Marconi é omologato solo per campionati giovanili, promozione maschile e serie C femminile.

 

Inutile nasconderlo, proviamo tristezza, e, come ha scritto l’immenso Lucio Dalla: “… é cretino cercare di fermare le lacrime ridendo ...” Abbiamo la speranza, sarebbe da ipocriti scrivere certezza, che col tempo la tristezza svanisca lasciando il posto ai soliti entusiasmo e positività. Soprattutto alla consapevolezza di fare qualcosa di bello e giusto per la comunità.

 

Nei prossimi giorni scioglieremo il nodo allenatore e tenteremo di costruire una buona squadra.

Lotteremo. Ci risolleveremo. Con tenacia, responsabilità e serietà. Come sempre. Perché noi siamo fatti così.

 

Mi preme ringraziare la truppa rosablu, gente tosta e vera, che non ha mai mollato un attimo, da inizio a fine pandemia, ed oltre. Chapeau!!

 

Termino pronunciando più forte che mai:

FORZA ROSABLU E FORZA ALTOPASCIO … SEMPRE E COMUNQUE !!

 

Sergio Guidi