C FEMM: SBL, MISSIONE COMPIUTA CON FIGLINE V.NO (48-38)

SBL ALTOPASCIO         48

DON BOSCO FIGLINE  38

(18-11; 29-21; 38-25; 48-38)

Arbitro: Cima

SBL: Menicucci 9, Sutera E, 4, Benedetti Stefanini R., Sutera G. 3, Favilla 15, Guidi 1, Belluomini 3, Lanzarini 1, Giusti, Braccini 6, Buonaguidi 6. All. De Santi

 

Missione computa per la SBL Altopascio che supera il fanalino di coda Figline Valdarno in un match tutt'altro che facile. Dopo un equilibrio iniziale (4-4) le altopascesi allungano con i morbidi jumps di Favilla e Menicucci (18-11). Le avversarie mostrano buone cose e un paio di elementi di indubbio valore fisico e nella seconda frazione rientrano in rotta di collisione con la SBL. Buonaguidi e Favilla dall'arco piazzano due triple salvifiche ma, sulle ampie rotazioni di coach De Santi, le valdarnesi fanno sentire il fiato sul collo arrivando sul meno 6 (27-21) con due contropiedi ben costruiti. 6" dalla sirena e Sutera G. piazza il buzzer beater del +8. Inizio ripresa e la qualità del match cala vistosamente. Nessuno fa canestro, nemmeno sotto tortura. Il 2 a 1 per le rosablu dopo 5'20" ne é la lampante cartina tornasole. Sono una zingarata al ferro di Favilla (MVP) e una tripla di Buonaguidi a muovere il tabellone ed a scavare il solco al terzo quarto (38-25). Ultimi 10' e le avversarie hanno il merito, seppur in un ambito di rotazioni sotto il minimo sindacale, di non mollare ma ormai la gara é ampiamente in mano alle altopascesi. Braccini con tre piazzati dal post alto e Belluomini dall'arco sanciscono il massimo vantaggio (45-30) . Nel finale Figline rosicchia qualcosa ma due punti e a capo e avanti così. 


C FEMM: SBL MOLLA SOLO ALLA FINE CON PL LIVORNO (53-40)

PIELLE LIVORNO  53

SBL ALTOPASCIO 40

(9-13; 24-19; 34-28; 53-40)

Arbitro: Rinaldi

 

SBL: Menicucci 1, Sutera E. 4, Benedetti Stefanini R. 5, Sutera G. 4, Salvioni, Favilla 7, Guidi 7, Lanzarini 2, Giusti 7, Braccini 3. All. Salvioni

 

Prova di orgoglio e carattere da parte della SBL Altopascio che lotta su ogni pallone per 40' per poi cedere nel finale sul campo della capolista Pielle Livorno. Le rosablu, con Salvioni in veste di giocatrice/coach per l'assenza di De Santi, sfoderano una prestazione corale di buonissimo livello, partendo subito forte e chiudendo il primo quarto in vantaggio di 4 punti (13-9). C'é l'ovvio ritorno della corazzata labronica (ancora imbattuta in campionato) che passa a condurre all'intervallo (24-19) e riesce a mantenere un margine, seppur risicato, sul terzo fischio (34-28). La SBL però non molla, anzi. Imbriglia non poco la lunga Amendolea, ringhia in difesa e rientra sul - 1 ( 41-40) a 90" dalla sirena. Purtroppo alcuni fischi arbitrali molto contestati consentono viaggi in lunetta in serie alle padrone di casa che non si lasciano sfuggire l'occasione piazzando un parziale di 12 a 0 per un gap finale che non rispecchia affatto l'andamento del match.


C FEMM: SBL ALTOPASCIO, ZINGARATA A SAN MINIATO (37-46)

PALL. SAN MINIATO        37

SBL ALTOPASCIO              46

(8-13; 14-19; 22-37; 37-46)

Arbitro: De Trane

 

SBL: Menicucci 2, Sutera E. 8, Sutera G. 3, Salvioni, Favilla 18, Guidi, Lanzarini 5, Giusti 6, Braccini 4, Belluomini n.e. All. De Santi

 

Che il blitz sarebbe valso oro era stato preannunciato. Le ragazze della SBL Altopascio sono state brave ad avere l'acume tattico per andare alla ricerca di quell'oro e, come i primi cercatori del metallo prezioso del Klondike, avere la pazienza per trovarlo dopo metà gara. Il tutto nel contesto di un roster con spifferi sinistri a causa di infortuni e indisposizioni varie. Brave le rosablu a partire col piede giusto ed a capitalizzare un mini-gap iniziale mantenendolo fino all'intervallo (14-19). E' la terza frazione quella in cui le altopascesi, guidate da una Favilla chirurgica, piazzano il break che "mata" il match. Un 18 a 5 che di fatto colora di rosablu la partita. Anche se una seconda mano di vernice é stata data nell'ultima frazione in cui La De Santi Band ha controllato senza eccessivi patemi il tentativo di rientro delle padrone di casa. Adesso Salvioni & co. sono attese da una trasferta proibitiva a Livorno. Trasferta che possono affrontare con la forza dei nervi distesi.


C FEMM: SBL ALTOPASCIO LOTTA E SUPERA PIOMBINO (49-43)

SBL ALTOPASCIO    49

PALL.PIOMBINO      43

(15-14; 26-25; 36-32; 49-43)

Arbitro: Bertilacchi di Capannori

 

SBL: Menicucci 4, Sutera E. 6, Benedetti Stefanini R., Salvioni, Favilla 8, Guidi 7, Lanzarini, Giusti 13, Braccini, Buonaguidi 11, Belluominni. All. De Santi

 

La SBL Altopascio si scrolla di dosso quel fastidiosissimo zero in classifica superando Piombino al Palabox di Altopascio. Due punti che permettono di agganciare proprio il team della Val di Cornia in classifica. E' stato un match che é scorso sempre sul filo dell'equilibrio, soprattutto nei primi due quarti i cui parziale parlano da soli : 15-14 dopo 10 minuti e 26-25 all'intervallo lungo. Nella ripresa le ragazze di De Santi, finalmente con buone percentuali al tiro, riescono a guadagnarsi un mini-gap ed a portarlo fino al suono della sirena per il tripudio rosablu in campo ed in tribuna. Buon match da parte di tutte le altopascesi con particolare merito a Buonaguidi e Giusti.


C FEMM: SBL ALTOPASCIO LOTTA MA CEDE ANCORA (35-39)

SBL ALTOPASCIO                  35

QUARTIERE 5 FIRENZE      39

(8-13; 14-21; 24-28; 35-39)

Arbitro. Marchi 

 

SBL: Menicucci 3, Sutera G. 6, Sutera E. 2, Salvioni 2, Favilla 4, Guidi 4, Belluomini 3, Lanzarini, Giusti 5, Braccini 2, Buonaguidi 4. All. De Santi

 

Sono ancora le mani fredde a decretare la sconfitta per la Sbl Altopascio nel campionato di serie C Femminile. Troppi gli errori al tiro, conditi da un 4 su 18 ai liberi, per sperare di poter avere la meglio sulle quotate avversarie. Le rosablu hanno  lottato, come di consueto, su ogni pallone portandosi anche sul +2 (23-21) nella terza frazione ma, come detto, alcuni facili appoggi e l'imprecisione al tiro ha costretto le ragazze di De Santi ad un'altra sconfitta. Nel finale punto a punto prevalgono le fiorentine. Poco importa, la certezza di avere una difesa di prim'ordine sarà presto condita da percentuali migliori. Con questo connubio la vittoria sarà solo una conseguenza logica. 


C FEMM:SBL ALTOPASCIO, NETTA SCONFITTA A FIRENZE (71-43)

BALONCESTO FIRENZE       71

SBL ALTOPASCIO                  43

(16-11; 32-24; 55-38; 71-43)

Arbitro: Canistro

 

SBL: Menicucci 5, Sutera E. 4, Sutera G. 5, Salvioni 6, Guidi 3, Belluomini, Lanzarini 4, Giusti 10, Favilla 6, Braccini, Buonaguidi. All De Santi

 

Il debutto in campionato lontano dal Palabox non é stato di quelli da ricordare per la SBL Altopascio. Il Baloncesto, squadra indubbiamente di altra caratura, si é imposto nettamente sulle ragazze di De Santi. Se i 43 punti messi a segno dalle altopascesi possono anche rientrare in un range medio/basso per il basket femminile sono i 71 subiti a rappresentare un fatto fatto abbastanza inedito. A livello generale in primis, ma soprattutto in relazione alla "garra" che in genere mettono in campo Salvioni e compagne. Sarà stato forse che dopo un primo quarto quasi equilibrato (16-11) ed un intervallo lungo con le rosablu ancora in gara (32-24), la terza frazione ha invece allargato ancor più il gap tra le due squadre (55-38). Ultimi 10 minuti e, pronti via, divario oltre i 20 punti con conseguente trasformazione del match in "garbage time" iper-anticipato.  Pazienza, il bello dello sport é che dopo pochi giorni c'é sempre un'altra occasione. Sabato prossimo arriva al Palabox un'altro team dai quartieri alti. Il Quartiere 5, appunto, Firenze. Altro giro, altro match, altre emozioni.


C FEMM: IL "BIG PRIDE"NON BASTA, PASSA GROSSETO (35-37)

SBL ALTOPASCIO                                 35
GEA BASKETBALL GROSSETO        37
(4-8; 12-14; 23-26; 35-37)
Arbitro: Magazzini
 
SBL ALTOPASCIO: Menicucci, Sutera E. 9, Benedetti Stefanini R., Sutera G. 1, Salvioni 4, Favilla 2, Guidi 11, Belluomini 6, Lanzarini, Giusti, Buonaguidi 2. All. De Santi
 
Grosseto punta dichiaratamente alla serie B. La SBL Altopascio punta dichiaratamente a rimanere in categoria. Partendo da questa premessa il gap avrebbe dovuto essere incolmabile. Invece le ragazze di De Santi sono andate a tanto così dal primo miracolo stagionale. Spinte dal pubblico altopascese, con tanto di striscione tratto dal brano "Rewind" di Vasco Rossi, le rosablu hanno percorso l'unica strada percorribile. Quella di non consentire alle maremmane di giostrare nelle praterie fiorite del gioco tecnico e fisico, indubbiamente più dotate in entrambi gli aspetti, ma di trascinarle in una palude fatta di difesa sporca, pressing a tutto campo, raddoppi e contatti fisici. Sì, contatti fisici, il basket é anche questo, non é tennis o volley. Ed é così, complice anche un arbitraggio per così dire "all'inglese", che Salvioni e compagne negano sin da subito qualsivoglia canestro facile alle avversarie. Ci sarebbero però volute delle percentuali quantomeno insufficienti, anziché oggettivamente orribili, al tiro per portare a casa il match. l'8 a 4 esterno al primo fischio non lascia spazio a commenti, così come il 14-12 all'intervallo. Ripresa e squadre sempre a contatto. La zone-press altopascese consente molte rubate, quasi mai finalizzate. Ci sarebbe un gran bisogno di aprire la scatola dal perimetro per scardinare la zona arroccata grossetana, ma le altopascesi sparano a salve da ogni dove, ad eccezione di Elisa Sutera e Guidi. Anche la Furi Band non fa canestro nemmeno se ci fosse una porta da calcio. Momenti decisivi del match e ci sono troppe avventure rosablu in penetrazione o lungo la linea di fondo, avventure quasi mai a lieto fine, se si eccettua un "passo e tiro" di Favilla. Guidi in contropiede, su assist di Sutera, acciuffa il -1 (21-22) anche se la freccia non ne vuole sapere di accendersi. E' Grosseto invece che piazza un parziale di 8 a 0 facendo valere la maggior caratura. 23-31 ma le rosablu non mollano, rientrano a -4 con una tripla di Belluomini, ma ci sono altre due penetrazioni nella tonnara maremmana, che danno luogo a palle perse.  Ultimo sussulto a -15" quando sul -3, dopo un time out, Belluomini prova dall'arco con pallone rigettato dal ferro. Sono due liberi di Cazzuola a dare il +5 esterno a 4'' dalla fine. Guidi dai 6,75 ricuce con tripla per il -2 finale. Complimenti alle avversarie e complimenti al "pride" rosablu.