25-03-2021 - MINIBASKET - Avevamo scritto il titolo "FINCHE' C'E' ARANCIO C'E' SPERANZA" et voilà, siamo diventati rossi. Addirittura ieri 24/3 nell'ultimo allenamento consentito al Playground di Spianate, c'é stato anche un blitz dei vigili comunali per farcelo interrompere. Questo poiché c'era un'ordinanza del sindaco per la chiusura dei parchi onde evitare assembramenti. Al di là che un campo da basket non é un parco ma é un campo da basket, un parco é un'altra cosa.

Al di là di questo ci permettiamo di dire che magari, visto che si trattava di bambini di 8/9/10 anni, tutti con mascherine e distanziati, che facevano attività individuale, nel loro ultimo allenamento prima della zona rossa, in più guidati da istruttori qualificati, sarebbe stata gradita una maggior, diciamo così, sensibilità. Ma non ci permettiamo di giudicare, ognuno fa il proprio lavoro come meglio ritiene opportuno.

Detto questo non ci perdiamo d'animo!! Appena torneremo in zona arancione saremo di nuovo operativi. In attesa di zona gialla, bianca e...rosablu. Ringraziamo le famiglie che ci hanno sostenuto con la pioggia, il vento la nebbia e il freddo. Anzi, ci hanno spinto a non mollare perché, molto intelligentemente, hanno capito che fare sport all'aperto, in totale sicurezza, guidati dallo splendido staff rosablu, non comporta nessun rischio, anzi!! Toglie i bambini dall'inedia casalinga pomeridiana. Per finire ci permettiamo di affermare che oggi sì, oggi 25 marzo era il giorno giusto per fare il blitz. Non ieri. Eh beh ... abbiate pazienza ...

 

Forza rosablu !!


25-03-2021 - GIOVANILI - Altopascio zona arancio? Tutto ok. Altopascio zona rossa? Pericolo imminente. E' una comparazione che ha indotto alcune famiglie a far interrompere i corsi ai propri figli. Ognuno ha la propria percezione della pandemia e la rispettiamo totalmente. Lungi da noi dire solo una vocale su decisioni altrui.

Noi comunque non si molla di un millimetro!! Noi continuiamo ad allenarci in totale ipersicurezza....

La Federazione ce lo consente e non vediamo il motivo per cui dobbiamo fermarci. Se fosse necessario torneremmo a fare allenamenti senza il minimo contatto. Se fosse necessario metteremmo in atto ulteriori precauzioni (tamponi a scadenza programmata?) ma non é nostro costume abbandonare la barca se c'é un pò di tempesta.

Mai fatto e mai lo faremo!!

L'unica cosa che ci dispiacerebbe, questo non facciamo fatica ad ammetterlo, riguarda l'eventuale rinuncia ai relativi campionati giovanili per mancanza di ragazzi. Sta partendo il campionato Under 15 di eccellenza, sembra che a breve partano under 20 ed under 18. Può darsi che verso la fine di aprile inizino anche agli altri campionati. Se non raggiungessimo il numero dovremmo giocoforza rinunciare. E fin qui ok, é lo sport ai tempi del coronavirus.

Se però non avessimo un campionato di riferimento diverremmo "fuori legge" e dovremmo adeguarci ai DPCM generici. Ergo dovremmo interrompere totalmente l'attività giovanile per tutta la stagione sportiva.

 

 

Ma intanto noi ci siamo...usque ad finem...


15-03-2021 - Pubblico la stessa foto che pubblicai nel 2016, per l’improvvisa scomparsa di Franco.

Praga, giugno 1992, uno dei tanti viaggi rosablu. Tre giovani dirigenti NBA: Maurizio Orazzini, Franco Forassiepi ed io.

Davanti a noi parecchie bottiglie di Pivo (birra in ceco).

Una sera in cui abbiamo riso fino a sentirci male per ore, ore ed ore, fino a tarda notte. L’allegria era alle stelle, ovvio.

Ma forse non ci siamo resi conto appieno che quella sera, in uno spartano bar alla periferia di Praga, non c’era solo allegria.

Quella era felicità.

Semplice, scarna, lampante, palpabile felicità.

Che contrasta in modo maledettamente violento con la lancinante tristezza che provo adesso.

Che fa male.

Ciao Maurizio. Per sempre amico, per sempre rosablu.

Sergio



E' STATO DIRAMATO IL CALENDARIO PROVVISIORIO DELLA SERIE D. INIZIO 28 MARZO.

11-03-2021 - Si parte, poi vedremo. La Federazione ha scritto espressamente che formule e date potrebbero subire variazioni in relazione alla pandemia. 22 squadre al via, due gironi di 6 e due di 5. Seconda fase in cui ci sarà una suddivisione tra prime tre e seconde tre (o due) per ogni girone, per sperare nell'unica promozione, o per evitare le due retrocessioni. La stagione potrebbe terminare indicativamente il 3 o il 4 luglio 2021 (!!!).

"Mi corre l'obbligo di ringraziare  - afferma il presidente altopascese Sergio Guidi  - la F.I.P. regionale che in questa stagione abbreviata ci ha concesso, in via eccezionale per la pandemia,  di disputare le nostre gare interne nel Vetusto PalaBox. Anche se non omologato. Naturalmente ferme restando le responsabilità totalmente a mio carico in caso di "problematiche" (termine sibillino) per le lacune evidenti del Vetusto. Fortunatamente madre natura mi ha dotato di spalle larghe, nervi saldi e un filo di pazzia. Sono stati giorni febbrili - prosegue Guidi -  perché se non ci avessero concesso la deroga avremmo dovuto rinunciare, visto che il Palabridge di Ponte Buggianese adesso é sold out. Al contempo la cosa mi lascia un pò d'amaro in bocca perché puntavamo a vincere il prestigioso premio "NomadLand", per la squadra Toscana (sulle 70 tra serie C e serie D) che da più anni deve emigrare in altro comune. Eravamo l'unica arrivata a 10 anni, ma sembra che in Friuli Venezia Giulia ce ne sia una messa addirittura peggio di noi. Ringrazio - conclude il presidente - comunque tutti per l'impegno, eravamo ad un passo dalla vittoria. Peccato".


10-03-2021 - Aggiornamento sulle categorie giovanili. Continuano gli allenamenti dei ragazzi rosablu agli ordini di coach Novelli, coadiuvato da Gianluca Giuntoli e Chiara Buonaguidi. Proseguono ovviamente nell'incertezza e nelle difficoltà che tutti possiamo immaginare. Pochi giorni fa la FIP ha inviato una mail comunicando che entro il 28/3 i campionati giovanili inizieranno. Ma temiamo sia più una comunicazione "strategica" che reale. Siamo convinti che questa terza ondata sia l'ultima da superare prima della quasi normalità E' pesante e insidiosa ma teniamo duro ragazzi !!

Ci permettiamo di ricordare a tutti che non é mai troppo tardi per iniziare a giocare a basket. Le cose belle ti aspettano sempre...

QUINDI TORNIAMO A DIRE CHE:

Si accettano ancora iscrizioni per la ripartenza, riguardo i nati nel 2007, 2008 e 2009. Per info recarsi presso la segreteria della palestra comunale dal lunedì al venerdì, escluso il mercoledì, dalle 17,30 alle 19,30 o telefonare ai numeri elencati nel volantino sottostante.


SERIE D-2/3/2021-VETUSTO PALABOX ALTOPASCIO

Dopo intoppi di ogni ordine e tipo primo allenamento al completo per il Bama Altopascio, in vista del campionato di Serie D. Ovviamente lo scriviamo con grandissime difficoltà, provate voi a scrivere con le dita incrociate !! Quando diciamo al completo intendiamo che é stato tesserato anche l'ultimo tassello. Giulio Mancini (2002 - Playmaker - 1,85) é ufficialmente colorato di rosablu. L'atleta Valdelsano é in arrivo in prestito dalla Pallacanestro Empoli, seguendo il "canale" già tracciato con gli ingaggi di Mencherini e Bondì. Atleta giovane ma dal buonissimo talento, che sarà senz'altro preziosissimo sia in allenamento che in gara. Ieri allenamento misto atletica/tecnica al Vetusto PalaBox. Good Job guys...



GIOVANILI

16-02-2021 - Che tristezza transitare in auto davanti il vetusto PalaBox e vedere le luci spente. Vivaddio da 2/3 settimane rallentando si vedono, oltre ai neon accesi, figure indefinibili sfrecciare, alternandosi nell'area visiva, tra porta di ingresso e porta di accesso al campo, del guidatore. I nostri ragazzi hanno ripreso a fare quello che amano e che amiamo!! E ne mancano davvero pochissimi, quasi tutti non vedevano l'ora di reiniziare a correre e palleggiare. Non possiamo ahimé dire lasciandosi alle spalle questo brutto periodo, ma quantomeno mettendolo di lato, mezzo metro più indietro. Guardando avanti. Sempre. Forza ragazzi!!

 


SERIE D: TOH ... CHI SI RIVEDE ...

24-02-2021 - Ormai sembrava il più classico dei "cold case". Le distanze, in senso chilometrico, tra Marco Creati (1998 - Play/Guardia - 1,88) e i colori rosablu sembravano essere un ostacolo insormontabile. Invece, grazie al nostro dirigente Simone Bonechi, che ringraziamo, i problemi logistici sono stati superati in poco più di 24 ore. Il play ex Don Bosco Livorno in C Gold, farà quindi parte del roster altopascese. Una freccia, anzi, un bel freccione, in più nella faretra di coach Gianluca Giuntoli. Marco deve ovviamente rimettersi in carreggiata poiché si era allenato solamente un mese prima dello stop novembrino, ma la rosa della franchigia rosablu sembra essere, anzi decisamente é, di tutto rispetto. A parte questo il board del Tau sta valutando con attenzione gli sviluppi del mercato. Nelle ultime 48 ore sono stati ben sei i giocatori di buon livello, rimasti a spasso per defezioni in categoria superiore, che hanno chiamato proponendosi in via Marconi. In caso di persistenti problemi fisici o ricorrenti problemi lavorativi dei giocatori attuali ci saranno probabilmente nuovi arrivi. In prossimità dell'inizio, incrociando le dita, del campionato é serio e doveroso rispondere tutti "presente". Sempre, o quasi. Il resto conta zero. Anzi, meno di zero.


SERIE D: ALESSIO ARRABITO, ROSABLU PER CASO ...

22-02-2021 - Gli accordi iniziali erano diversi. Alessio ci ha chiesto se era possibile allenarsi e tenersi in forma un paio di volte a settimana sotto il tetto del Vetusto PalaBox. Poi, in questa stagione con porte girevoli, sono bastati uno step-back, un passo d'incrocio a sinistra, piede perno e semigancio morbido con mano destra, movimenti di altra categoria, a spingerci a fargli la fatidica domanda: " Alessio te la sentiresti di darci una mano in campionato? ". La risposta é stato un "sì" entusiastico. E ne siamo felici. Alessio Arrabito (1980 - ala/centro - 2,02) vestirà questi strani colori. Vogliamo parlare non dell'Alessio di una volta. Colui che ventenne era in piena "domination" in B2 a Lucca, con richieste ogni estate dal piano di sopra, ma dell'Alessio attuale. Sempre pronto ad incoraggiare un compagno che ha sbagliato, a dispensare consigli ai più giovani, a mostrare lampi della sua classe cristallina tanto per far capire che ...  ma al contempo a ringraziare i dirigenti per gesti che per noi rappresentano il minimo sindacale in una gestione societaria. Vogliamo soffermarci su questo. Sull'Alessio 41enne (tra parentesi in piena forma fisica). E questo ci rende ancora più orgogliosi e felici. Grazie di esserci Ale!!


SERIE D: NUOVI ARRIVI E GRADITI RITORNI

20-02-2021 - Il Bama, dopo lo stop del novembre 2020 causa covid e dopo il knock down della rinuncia di alcuni atleti, prova a rialzarsi ed a saltellare di nuovo sul ring della serie D. E sembra che i sali annusati e gli unguenti spalmati all'angolo siano stati miracolosi. Arrivano in rosablu Niccolò Mencherini (1997 - Guardia - 1,78) e Matteo Bondì (2001 - Playmaker - 1,83). Entrambi liberatisi dopo la forzata rinuncia della Pallacanestro Empoli alla C Silver. Pallacanestro Empoli dove appunto é cresciuto Niccolò Mencherini fino ad arrivare alla serie C in cui nella stagione 2017/18 piazza 11 punti ad ingresso sul legno, con un high di 25, cifre che gli valgono l'ingaggio in serie B a Fabriano. La stagione scorsa, light per i noti motivi, é approdato in Gold al Don Bosco Livorno, disputando un'ottima "temporada", abbondantemente in doppia cifra, 11,9 punti a match, con uno score di 17 proprio al PalaBridge contro il Bama. Una guardia rapida, con "garra charrua", affidabile dall'arco e con doti difensive di spicco. Passando a Matteo Bondì, si tratta di un piacevole ritorno. Dopo giovanili di assoluto livello e debutto in Gold a Empoli alla tenera età di 18 anni, passa a Vado Ligure, dove però si infortuna gravemente per due volte consecutive. La stagione scorsa scelse proprio l'ambiente rosablu per rimettersi in pista, allenandosi da dicembre fino allo stop, con qualche apparizione in gare ufficiali. Questa estate ha lavorato moltissimo per farsi trovare pronto. Appena saputo della sua disponibilità il board di via Marconi ha preso lo smartphone in mano cliccando sull'icona "contatti". Playmaker che, a dispetto dei soli 20 anni, conosce bene il ruolo, con un bagaglio di soluzioni a 360° e qualità dal perimetro. Entrambi stanno annusando l'odore del Vetusto PalaBox da qualche giorno. In casa rosablu tuttavia non é ancora suonata la campanella dell'ultimo round. Si lavora alacremente per completare il roster in ottica inizio del campionato di serie D previsto per il 28/3, salvo variazioni dovute a ... varianti.


16/02-2021 - Da-dan ... sorpresa!! Sì, sorpresa delle sorprese. Dopo la lettera di protesta inviata al Comitato Regionale firmata da ben 25 società su 32 , dove si chiedeva di procrastinare, od anche non disputare, il campionato di serie D, annullare la retrocessione in caso di rinuncia, adeguare il protocollo ecc. pensavamo ad un campionato stile torneo di burraco. Con un tavolo ovale e al massimo 8/9 sedie. Invece é arrivata la comunicazione ufficiale: si é iscritta la bellezza di 23 squadre !! Facendo un rapido calcolo: se 7 (tra cui noi) non avevano firmato vuol dire che 16 delle 25 firmatarie hanno cambiato velocemente idea. Fatto questo più che legittimo e che ci procura un grande piacere.

Attenzione !! Inutile girarci attorno: le difficoltà, di ogni genere e tipo, restano, anzi, si intensificano. Al colore giallo é stata aggiunta una dose di rosso per divenire arancione, in più le varie varianti (scusate il gioco di parole) sono in sinistro agguato. Ma la cosa, ripetiamo, ci fa enorme piacere. Vuol dire che in 23 su 32 ci provano e non mollano di un centimetro, come dio sport comanda. Se poi le difficoltà diverranno insuperabili un drappello rosablu salirà sul tetto del vetusto PalaBox (sperando che non crolli) e isserà bandiera bianca.

Permane il mistero della riduzione sia di promozioni che retrocessioni da 2 a 1. L'equazione 32:2=23:1 non ci torna molto. Se ci aggiungiamo il postulato che dalla C Silver scenderanno due franchigie ci torna ancora meno. Aggiungiamo un'altra cosa che non torna manco a fare il rewind. Il campionato di promozione in questa stagione non viene disputato, l'eventuale retrocessione é quindi verso una sorta di  limbo, una  "Valle dei Timbales", come cantavano "I figli di Bubba" in un Sanremo del 1988. Mistero inconcepibile ma ... pazienza. L'importante é non giocare a burraco ma a basket. Rimettiamo il mazzo di carte nel cassetto e incrociamo le dita per tutte e 23 le società ... of course ...

Si inizia il 28/3. Salvo bad news governative last minute.


03/02-2021 - Parola d'ordine: mai mollare!! Questo per noi é un mantra che, per il suo stesso significato, ci ripetiamo da sempre. Rispettiamo le opinioni di altre società scettiche sulla ripartenza della serie D, e sulle modalità della stessa.

Sono sacrosante le loro rimostranze circa il fatto che chi, senza colpa, rinunci al campionato venga retrocesso in promozione. In questo periodo una sanzione aberrante. Anche se ragionevolmente é solo una sanzione di facciata perché il prossimo anno ci sarebbe una promozione che deborderebbe in modo clamoroso di squadre contro una serie D in cui il piatto piangerebbe di brutto.

Detto questo a nostro avviso nello sport ci vogliono passione verace, una passione che ti trasuda da tutti i pori, entusiasmo vero, coraggio e ottimismo.

Tutti ci siamo lamentati con la Federazione perché non aveva fatto il "barbatrucco" fatto da altri di classificare di interesse nazionale lo sport regionale di base. Questo per permettere in primis la non interruzione dell'attività, ed in secondo luogo la ripartenza.

Tutti ci siamo lamentati, dopo, noi per primi, perché erano stati classificati di interesse nazionale solo alcuni campionati, trascurando il resto del movimento.

Tutti ci siamo lamentati perché non arrivava il protocollo. Ora é arrivato (tardi) ed é pari a quello dell'A2 femminile. Come é stato accettato e ritenuto idoneo da mesi da squadre semiprofessionistiche, in molti casi molto semi e poco prof, non vediamo perché non vada bene in serie D. 

Adesso che chi ci governa si é adeguato, adesso che c'é modo di ripartire secondo noi é doveroso rispondere presente e provarci. Rispettando le direttive emanate da chi é preposto a questo.

"Unicuique suum" dicevano i latini (ad ognuno il suo).

Roster risicato? Difficoltà logistiche? Maggiori costi? Ok, nulla da eccepire. Problemi reali e seri, che possono diventare una montagna da scalare per chiunque in questo periodo. Anche noi siamo in grosse difficoltà.

Ma la scelta secondo noi é una sola: scarponi, corda, picchetti ed iniziare a scalare senza lamentarci se la montagna é difficile e pericolosa.

Questo é lo sport, e questo é il rosablu. Anzi, questo é il senso della vita.

Quindi tamponi, tutti negativi, e primo allenamento!! Se verremo sopraffatti dagli eventi molleremo ma santo cielo eravamo in cordata provandoci, restando sul latino, usque ad finem ...


SERIE D- 18/01/2021

Ci siamo !! In teoria, con tutti i "ma" ed i "sé" del caso dovremmo ripartire. Il protocollo giustamente é più stringente, sono previsti, in aggiunta agli obblighi preesistenti opportunamente rinforzati, tamponi 72 ore prima dell'inizio e, crediamo, tamponi periodici se iniziasse il campionato (entro e non oltre il 7/3). Che dire ... é un salto al buio ma é l'unico salto che possiamo fare in questo momento. Ci sono incognite sul roster perché non é da escludere che uno o più atleti rinuncino ad una ripartenza piena di incognite. Che la paura di un contagio, seppur in un ambiente sicuro, superi la passione per la palla a spicchi. Pazienza, la vita é fatta di priorità e capiamo che il basket dilettantistico possa non essere al vertice di quelle priorità. Lo valuteremo in questi giorni. Una cosa é certa: sarà anche al buio ma noi saltiamo giù a piè pari, per vedere dove andremo a parare!! E' prevista anche la rinuncia al campionato in caso di roster insufficiente ma questo comporterebbe ripartire la stagione successiva dal campionato inferiore (Promozione). Questo sarebbe un'ulteriore autoretrocessione per noi assolutamente inaccettabile, dopo quella dalla C Gold alla serie D. Ergo vorrebbe dire la sparizione del NBA Altopascio dai campionati Senior. Speriamo di non dover prendere una decisione drastica ed ancor più dolorosa. La piccola-grande storia rosablu non lo meriterebbe, ma così sarebbe. Su questo non ci piove.